Training

Shape 5 Live Search

Training

Nel volley la sequenza identificazione-decisione-risposta, che dall'input visivo porta all'azione deve essere velocissima, la rapidità del gioco sopratutto negli ultimi anni, lascia raramente spazio a modifiche nel corso dell'azione, esaltando sicuramente l'importanza di una corretta acquisizione dell'informazione visiva in entrata. Se lo sviluppo delle abilità visive risulta insufficente o parziale si produce un ritardo nella risposta motoria.

L'atleta è un individuo con esigenze molto specifiche al di sopra della normalità. Per essere competitivo, non basta avere occhi clinicamente sani e una buona visione, ma deve possedere nel sistema visivo un efficenza maggiore per percepire e reagire nei tempi più rapidi possibili.

Le combinazioni motorie compiute da un atleta sono il risultato della qualità dell'informazione visiva in quanto gli occhi guidano il corpo.

Anticipare vuol dire gestire delle informazioni arrivate dal sistema nervoso centrale. Nella pallavolo percepire il movimento della palla o della mano dell'avversario può determinare differenti soluzioni di gioco. L'anticipazione, cosi come la risposta occhio-mano sono tra le caratteristiche fondamentali perseguite dai nostri allenamenti.

Come sport di squadra nel volley le caratteristiche del ruolo sono fondamentali e il nostro training mira a questo. Un opposto, per esempio, con un maggior campo visivo unito ad una buona anticipazione visiva potrà scegliere la migliore zona del campo dove indirizzare la sua schiacciata, un libero lavorando sull'anticipazione potrà decidere dove spostarsi per ricevere l'attacco avversario, naturalmente lasciando inalterato il gesto atletico che contraddistingue l'atleta ma potenziandone le sue caratteristiche biomeccaniche.